Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Stampa in 3D

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 2 Settembre 2016 – Stampa 3d con Francesco Pollina –
di Roberto Oriti

“La stampa 3d non conosce limite. Basta solo viaggiare con la fantasia”.
È con questa affermazione che Francesco, laureando in Ingegneria Meccanica ed esperto in stampa 3d, ha aperto l’incontro di oggi con gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri, che hanno aderito al progetto “Artigiani: da dispersi a digitali”.Scuola_al_centro_CONDIVISIONE SU FB_3d.jpg

Dopo avere spiegato ai ragazzi come la stampa 3d oggi trova spazio nel panorama dell’innovazione, Francesco ha raccontato del processo che lo ha portato a realizzare, da zero, la sua stampante 3d. Internet e buona volontà sono state le parole d’ordine per riuscire nel suo intento. I ragazzi hanno poi progettato un martello e iniziato la fase di stampa che si concluderà con il prossimo incontro.

Scuola_al_centro_3d_1.jpg

Alla prossima, con l’#innovazione!

Annunci

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 7

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 3 Agosto 2016 – Ceramiche “Le Casette” di Namio M.Gabriella –
di Roberto Oriti

“La creatività è l’espressione del cuore”, è quello che la ceramista Gabriella Namio ha voluto comunicare agli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri, che hanno aderito al progetto “Artigiani: da dispersi a digitali”.

Gabriella ha accolto gli studenti all’interno del suo laboratorio per raccontare loro la passione per questo mestiere e per dargli la possibilità di essere ceramisti per un giorno! Gli studenti infatti hanno realizzato con le loro mani, partendo da un blocco di argilla, la loro ceramica e hanno potuto constatare la bellezza di questo mestiere.

Scuola_al_centro_ceramista.jpg

La ceramista Gabriella ha poi voluto incoraggiare i ragazzi dicendo “La passione è una dote innata, la si ha dentro e al momento giusto da vita a quello che poi sarà il nostro futuro”. Gabriella si è detta contenta della presenza degli studenti che le hanno dato l’opportunità di mostrare come della semplice argilla possa trasformarsi in un prodotto che raggiunge le case dei clienti. Ha concluso dicendo: “voglio lasciare il segno nelle ceramiche che realizzo. La creatività è l’espressione del cuore. La particolarità del mio lavoro è quella di non realizzare prodotti in serie ma di dare voce al cuore, ai sentimenti e alle mani in modo che chi porta a casa i miei prodotti porta a casa una parte dei miei sentimenti”.

Scuola_al_centro_ceramista_2.jpg

Il percorso alla riscoperta dei mestieri artigianali finisce qui. Il progetto “Artigiani: da dispersi a digitali” continua però con la sperimentazione e stampa in 3D degli strumenti innovativi da proporre agli artigiani.

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 6

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 2 Agosto 2016 – Bottega d’Arte di Enzo Garofalo –
di Roberto Oriti

L’artista puoi farlo in base al modo in cui percepisci la vita!

Scuola_al_centro_generale_Pittore.jpg

Oggi, gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri hanno incontrato il pittore misilmerese Enzo Garofalo. Nella sua bottega gli studenti hanno avuto l’occasione di entrare a contatto con l’Arte, con gli strumenti che utilizza Enzo e con i quadri che egli ha realizzato. Enzo ha confessato che la sua passione per l’arte, in tutte le sue forme, è nata ed è ogni giorno alimentata dall’entusiasmo suo e dei suoi collaboratori che hanno seguito insieme a lui l’evoluzione della sua bottega da corniceria a vero e proprio centro d’Arte.

Scuola_al_centro_Collage_Pittore.jpg

Enzo ha risposto alle domande degli studenti ritenendosi fortunato della possibilità che gli ha dato la sua bottega : “quello del pittore è un mestiere molto rilassante grazie alla musica che lo accompagna e alla visite degli amici con i quali si scambiano opinioni e idee. La mia pittura nasce dal disegno quando la matita si sposa con la mano, che sia sul foglio di carta, sulla tela o qualsivoglia supporto. “.

Appuntamento a domani con l’ultima delle sette visite presso le botteghe artigianali del territorio misilmerese.

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 5

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 1 Agosto 2016.
di Roberto Oriti

Oggi, gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri, che hanno aderito al progetto “Artigiani: da dispersi a digitali”, hanno fatto visita al Signor Paolo, calzolaio misilmerese che ha praticato questo mestiere sin da quando aveva 12 anni. “La passione per la realizzazione di scarpe, fatte a mano,  è nata grazie a mio padre che mi ha dato la possibilità di intraprendere questo percorso” ha detto il Signor Paolo che hai poi dato una dimostrazione, grazie agli antichi strumenti della tradizione, di quello che significava realizzare una scarpa partendo da un modellino di legno.

Scuola_al_centro_calzolaio

“Per essere bravo in questo mestiere, come in tutti gli altri d’altronde, bisogna avere la passione prima di tutto. La mia giornata lavorativa partiva dalle 8:30 e terminava alle 17:00. Per realizzare un paio di scarpe impiegavo 3 giorni senza l’utilizzo delle odierne macchine. Le materie prime sono sempre state la pelle, lo spago e la colla che inizialmente ho prodotto con farina e acqua.”
Gli studenti, incuriositi dai questi aneddoti, hanno poi chiesto al calzolaio come può un giovane oggi avvicinarsi a questo mestiere fortemente legato alla tradizione. Secondo il Sign. Paolo, un giovane oggi può appassionarsi a questo mestiere entrando in una bottega e toccando con mano la qualità e la passione con cui in passato venivano realizzate le scarpe.

Prosegue domani il percorso, tra #tradizione e #innovazione, degli studenti della Scuola “C.Guastella”.

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 4

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 28 Giugno 2016 – Laboratorio di restauro di Gaetano Correnti –

di Roberto Oriti

“Vi auguro di stupirvi sempre. Solo chi prova stupore riesce a cogliere il senso della vita!”
Scuola_al_centro_restauratore.jpg

Hanno respirato Arte, oggi, gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri. Il professore Gaetano Correnti, tecnico nel restauro di sculture dipinti e affreschi, ha accolto gli studenti nel suo laboratorio tra le opere in fase di restaurazione e quelle già pronte per la consegna. I ragazzi sono rimasti colpiti dalla passione con cui Gaetano parlava del suo lavoro: “Non c’è niente di più comunicativo del rapporto tra il restauratore e l’opera. Lo stupore che evoca un’opera ha da sempre affascinato e avvicinato l’uomo alla meraviglia dell’arte. Finito il senso di stupore finisce il senso della vita”.

Scuola_al_centro_restauratore_Collage_articolo.jpg

Dopo il week-end i ragazzi riprenderanno le loro visite alla scoperta dei mestieri della tradizione.

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 3

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 27 Giugno 2016 – Pasticceria Graditi –

di Roberto Oriti

“Scegliete bene che strada intraprendere e sarete felici!”
Scuola_al_centro_pasticcere.jpg

Oggi, gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri, che hanno aderito al progetto “Artigiani: da dispersi a digitali”, hanno avuto l’occasione di fare una lunga chiacchierata con Mario Graditi. Nella sua pasticceria gli studenti hanno avuto modo di osservare il processo produttivo e la passione e l’energia che ogni giorno i pasticceri mettono per soddisfare le esigenze dei clienti.

Scuola_al_centro_pasticcere_Collage_articolo.jpg

Mario ha commentato così la visita degli studenti: “quella di oggi è stata una bellissima esperienza che mi ha coinvolto particolarmente per le domande di questi ragazzi e per il loro interesse nell’ascoltare le mie risposte. Un augurio che faccio loro è quello di scegliere la loro strada secondo la loro passione. Solo così non si stancheranno mai del loro lavoro!”

Appuntamento a domani con una nuova esperienza di Artigiani da “dispersi” a “digitali”.

Artigiani da “dispersi” a “digitali” – Giorno 2

Postato il Aggiornato il

MISILMERI, 26 Giugno 2016 – Officina Metallurgica di Vitrano Giuseppe
di Roberto Oriti

Le parole d’ordine del giorno sono #passione e #amore per quello che si fa.

Scuola_al_centro_fabbro.jpg

Oggi, gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “C.Guastella” di Misilmeri, che hanno aderito al progetto “Artigiani: da dispersi a digitali”, hanno fatto visita a Giuseppe, fabbro misilmerese. Dopo una dimostrazione di quello che è oggi il mestiere del fabbro, con un occhio al passato e agli strumenti che hanno permesso di produrre manufatti di grande valore, gli studenti hanno posto delle domande sull’esperienza pluridecennale di Giuseppe.

Scuola_al_centro_fabbro_ragazzi.jpg

Per Giuseppe alla base del mestiere del fabbro non devono mancare la passione e la voglia di mantenere viva la tradizione con un approccio innovativo.

Appuntamento a domani con la #tradizione e l’#innovazione!